• Bacardi Miami Sailing Week, B-LinSailing, Turnover, BluMoon e Audi subito protagonisti

    by  • 9 March 2012 • audi, audi melges 20, b-linsailing, bacardi cup, bacardi miami sailing week, bacio, blu moon, Classi Olimpiche, Derive, embarr, Melges 20, Melges 24, Monotipia, redsky, sailing, star, Vela

    Bacardi Miami Sailing Week, B-LinSailing, Turnover, BluMoon e Audi subito protagonisti

    Miami – Condizioni spettacolari hanno caratterizzato la prima giornata di regate valide per l’edizione 2012 della Bacardi Miami Sailing Week, classico appuntamento del calendario Star che di recente ha aperto i battenti anche a una ristretta cerchia di classi monotipo. Una mossa azzeccata, almeno a giudicare dalla valanga di iscrizioni raccolte tra gli Audi Melges 20, presenti in quaranta unità, stesso numero raggiunto in occasione della Gold Cup dello scorso dicembre, e tra i Melges 24.

    Organizzata dal Coconut Grove Sailing Club, la manifestazione si è aperta nel migliore dei modi per gli equipaggi italiani, subito protagonisti in entrambi i raggruppamenti al termine di tre prove rese impegnative dalle continue oscillazioni del vento, che ha soffiato attorno ai 20 nodi per tutta la giornata.

    Audi Melges 20
    Tira vento forte, e come tutti sanno, Michael Kiss accende i post-bruciatori e saluta la flotta. Dopo tre prove, Bacio (oggi 1-2-1) comanda con buon margine su RedSky (9-1-3) di Paul Reilly e B-LinSailing (8-3-4) di Lalli-Bressani-Michetti, vice campioni iridati sempre sugli scudi. Niente male nemmeno Turnover (13-6-7), portato da Perazzo-Vallivero-Felci al quinto posto, dietro agli statunitensi di Cajun Underwriting (2-4-11) ma davanti ai campioni del mondo di Stig (Rombelli-McKee-Tortarolo, 19-7-2) penalizzati ai fini della generale dal piazzamento ottenuto nella prima prova. E’ nella top ten anche 3Menda (5-12-13) di Albano-Desiderato-Trani-Masotto, in netta crescita rispetto al Mondiale.

    Melges 24
    Tra i Melges 24, presenti con una flotta composta da ventuno equipaggi, a partire con il piede giusto è stato Blu Moon (2-1-1). A tentare di tenere testa a un Flavio Favini particolarmente ispirato, e ben assistito dalla coppia Ivaldi-Nava, sono stati gli irlandesi di Embarr (1-2-4), guidati da Conor Clarke al secondo posto della classifica provvisoria, e gli uomini di Riccardo Simoneschi e del tattico Gabriele Benussi, terzi a bordo di Audi (3-5-2).

    Star
    Tra le Star, dopo tre prove e il conteggio di uno scarto, a guidare la flotta composta da sessantasette barche sono i polacchi Mateusz Kusznierewicz e Dominik Zycki (13-2-1). I già campioni iridati anticipano gli irlandesi O’Leary-Burrows e i leader della prima ora, gli austriaci Spitzauer-Habermueller. Migliore binomio italiano è quello composto da Irrera-La Porta, ventesimi con un sesto come miglior risultato di giornata.

    Per consultare le classifiche clicca qui.

    Zerogradinord.it